MISSIONARI NEL CUORE DEL MONDO
come nasce una missione

È stato lo stesso San Francesco d’Assisi a volere che i suoi frati fossero missionari.

Nel corso dei secoli i frati minori hanno percorso il globo in lungo e in largo, arrivando in Cina, nelle Americhe, in Africa.

I frati minori della Provincia di San Bonaventura hanno avuto un’importante storia missionaria, e alcune grandi figure di frati impegnati in zone ad alto rischio.

 

Oggi siamo presenti in Africa e Sud America e ci sono alcuni dei nostri fratelli anche in Thailandia, Giappone, Israele e Sud Sudan.

 

EMERGENZA IN SUD AMERICA

A Magdalena, Trinidad, Cuevo, Camiri, solo l’8% delle famiglie della zona di missione ha l’elettricità. Analfabetismo, carenze igienico-sanitarie, maltempo e vie di comunicazione inesistenti creano una situazione drammatica. Ma non basta. La difficile situazione politica costringe la popolazione a vivere in uno stato di paura e rischio per la sopravvivenza. Anche per questo si manifesta una preoccupante diffusione di sette.

 

Le nostre opere di sostegno:

Aiuto giornaliero a famiglie disagiate

Formazione umana e religiosa

4 mense per bambini in difficoltà

1 mensa per anziani abbandonati

Cure mediche e dispensari farmaceutici

1 Centro disabili e riabilitazione

Ambulatori e fondo sanitario

1 Casa per anziani

1 Scuola che ospita 130 bambini con sindrome di Down, paralisi cerebrale,handicap multiples, sordi, ciechi, autistici eritardati mentali.

Un orfanotrofio per circa 100 bambini.

 
 
LE NOSTRE MISSIONI IN AFRICA

In Africa siamo presenti da molti anni in Congo Brazzaville e da qualche anno anche in Sud Sudan, nella città di Juba, dove si trova fr. Federico Gandolfi, in una Fraternità internazionale alle dipendenza del Ministro generale.

 

La realtà dei ragazzi di strada è una delle realtà più drammatiche nei paesi in via di sviluppo e anche in Congo è una delle povertà con cui l’impatto è più forte. Si tratta di bambini costretti alla strada dalla miseria e dalla povertà. Le loro storie sono tra le più disparate ma tutte accomunate da un’unica ricerca, la sopravvivenza. Questi bambini scelgono, o sono costretti a scegliere, la sopravvivenza lontano dalla famiglia. Per strada la sopravvivenza diventa ancora più dura e questi bambini devono “adattarsi” a tutto anche a rubare o prostituirsi. Ma sono bambini e sono più che mai vulnerabili. I ragazzi che vengono aiutati sono reduci da abbandono familiare o da situazioni di enorme disagio. Spesso si tratta di ragazzi cosiddetti “invisibili”, abbandonati alla nascita, perciò non riconosciuti: essi non godono di alcun diritto e vivono non solo nelle zone fatiscenti della città, ma anche dispersi tra i boschi e le radure.

 
IN THAILANDIA CON FRA MAURO

Siamo presenti al centro di Bangkok, Lamsai-Lamlukka (35 km nord-est dell’aeroporto internazionale di Bangkok), Sampran (40 km da Bangkok), Prachuap Kiri Khan (circa 350 km da Bangkok) e siamo intenzionati ad aprire ulteriori presenze in altre diocesi della Thailandia in futuro.Tra gli obiettivi originali della missione in Thailandia furono fin dall’inizio il dialogo con il Buddhismo e la cultura Buddhista, la contemplazione, testimonianza della forma di vita Francescana e cercare e promuovere vocazioni thailandesi. Continuamo ad orientarci a questi obbiettivi fino ai giorni presenti della nostra missione. Fin dall’inizio gestiamo la casa di ritiro a Lamsai, ci prendiamo cura di malati terminali AIDS nel St.Clare Hospice a Lamsai, offriamo formazione e accompagnamento per il discernimento vocazionale a Lamsai, Prachuap Kiri Khan e Sampran. A Prachuap Kiri Khan ci è affidato una parrocchia e offriamo vito, allogio e studio a studenti di scuola superiore che provengono da famiglie povere. Inoltre i frati s’impegnano in diverse attività secondo le esigenze del luogo e del tempo, per esempio promozione del dialogo interreligioso, insegnamento di catechismo e lingua inglese nelle scuole, organizzazione di campi giovanili, assistenza spirituale dei Francescani Secolari (OFS) a Bangkok e Chiang Rai, visite pastorali agli ammalati, visite occasionali delle tribù di montagna nella regione settentionale della Thailandia, diverse attività per la promozione vocazionale ecc.

 

 
AIUTACI SUBITO

SOSTIENI LE NOSTRE MISSIONI

dona subito con TAUHOUSE Project

Tramite banca Banca Monte dei Paschi di Siena

IBAN: IT58Q0103003200000004906117 

intestato a “Frati Minori Lazio Onlus“

Causale: Nome del progetto scelto

Tramite Bollettino postale
- CC n. 84251552 intestato a “ASSOC. FRATI MINORI LAZIO ONLUS”

5X1000

CF: 93010500580

Sostegno del volontariato e delle organizzazioni di utilità sociale​

Contatto

fr. Stefano Marsili

Tel. 338 942 9246

E-mail: stefanomars@libero.it

P.S. Le ricevute bancarie e postali possono essere usate per detrarre dalle imposte dirette l’importo versato, la scelta del 5×1000 non influisce su quella dell’ 8x1000 e non cambia l’ammontare di imposte da pagare.

 

 

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

© 2019 PROVINCIA SAN BONAVENTURA DEI FRATI MINORI

CF 80183210584

Scala dell'Arce Capitolina, 12 00186 ROMA

Tel. 06 69763811 Fax 06 69763816

 

frati-thailandia.jpg