fr. Daniele e fr. Domenico frati per sempre!

Sabato 19 novembre alle 16:30, nella Basilica di San Sebastiano fuori le Mura in Roma, fr. Daniele Bruschi e fr. Domenico Montemurro hanno emesso la Professione solenne dei voti nelle mani del Ministro fr. Luciano De Giusti


fr. Domenico e fr. Daniele con il Ministro fr. Luciano

"La Fede è il contrario della paura". In una Basilica gremita di parenti e amici hanno risuonato con forza le parole di fr. Luciano durante l'omelia che anticipava di poco il rito della Professione di fr. Daniele e fr. Domenico. Un invito a non temere la propria debolezza ma affidarla al Signore, fiduciosi che compirà l'opera sua. L'icona evangelica del buon ladrone, che la Solennità di Cristo Re ha narrato liturgicamente (Lc 23,35-43), è infatti un invito a non perdersi d'animo di fronte al "per sempre" pronunciato e desiderato, ma a esser consapevoli che nella vocazione religiosa il motore di vita è sempre la misericordia! Ancora fr. Luciano ha evidenziato che nel "ricordati di me" di quel fortunato sventurato c'è la sicurezza che Gesù "non in mezzo a due discepoli, ma a due ladroni, a due peccatori vuole stare, per dire a tutti che il perdono è dato ad ogni figlia e figlio! Per tutti gli sfiduciati, per gli ultimi della terra, noi frati minori siamo voce mite del Dio che ci desidera, perché l’essere desiderati da Dio dà la vera stabilità alla tua vita. Il poggiare la vita sul possibile di Dio è la nostra vera povertà e nello stesso tempo l’unica ricchezza a sufficienza". Il chiamato è dunque una persona che ha ricevuto misericordia ed è invitato a restituirla in abbondanza a chi ha vicino .



I due Professi, entrambi di fraternità nel convento di San Bonaventura al Palatino, casa di formazione dei Professi temporanei e di Pastorale giovanile e vocazionale, hanno lasciato trasparire tutta l'emozione e il senso di affidamento durante i vari momenti della celebrazione. Fr. Daniele, il più grande dei due, romano di origine, nella sua vita si è sempre impegnato in varie occupazioni compreso quella del barman acrobatico e del parrucchiere. Ha conosciuto il mondo francescano grazie alla sua guida spirituale durante una missione popolare presso una parrocchia romana. Si è subito messo in gioco lasciandosi interrogare nell'intimo dal Signore. Una volta entrato in convento ha concluso con successo gli studi secondari superiori per poi fare un percorso da uditore presso la Pontificia Università Gregoriana. Ed ora impiega tante energie nello studio e perfezionamento dell'arte del cuoio con cui confeziona vari oggetti di pregio, sempre molto richiesti. "Ho sempre amato lavorare con le mani, imparare un mestiere e - dice fr. Daniele - ricominciare con un mestiere diverso mi aiuta a rimettermi in gioco, tutto ciò mi ricorda le figure dei sapienti che vengono descritti biblicamente come coloro che sono in grado di fare qualcosa".



Fr. Domenico, quasi quarant'anni, originario di Grassano in provincia di Matera, arriva a Roma nel 2003 per iniziare gli studi di Storia presso l'Università di Roma Tre, conosce i Frati nel 2014 dopo un lungo tempo di lavoro nella Capitale. Compagno di Noviziato di fr. Daniele, con cui professa i voti temporanei nel 2017, fr. Domenico attualmente studia Teologia presso la Pontificia Università Antonianum. Si evince tanta emozione dai suoi occhi e dalle sue parole all'indomani della Professione mentre ringrazia il Signore per aver vissuto in fraternità questo momento fondamentale della sua vocazione. Così fr. Domenico: "E' stato un momento in cui si è respirata aria familiare, è stato bello vedere l'immagine di un'unico contesto di vita. Dalla mia famiglia biologica all'ingresso nella più ampia famiglia francescana, in compagni dei fratelli che hanno scelto questa stessa vita, tutto ciò mi conferma nella mia vocazione". Fr. Luciano sottolinea, a questo proposito, che è possibile vivere la bellezza di questa vocazione solo nella logica del dono, nella risposta gratuita alla chiamata di "Qualcuno che ha creduto in noi, ovvero quando lasciamo che questa parola di fiducia venga ospitata nelle ferite della nostra vita".



Notizie recenti
Archivio
Tags
In Evidenza