A San Bernardino le reliquie di San Cesidio da Fossa

La comunità di San Bernardino a l’Aquila è in festa per l’arrivo presso la Basilica Aquilana delle reliquie di San Cesidio da Fossa Martire dell’Eucaristia. Il giorno 1 ottobre 2020, nel contesto delle celebrazioni di inizio del triduo di San Francesco, il reliquiario con i resti del santo martire francescano è stato posizionato all’interno di una nuova teca, opera dell’artista Emanuele Cordella, in una cappella della basilica di San Bernardino.

Per onorare il suddetto evento, il rettore della basilica fr. Daniele di Sipio, insieme ai membri del comitato “San Cesidio”, ha organizzato due momenti di grande importanza che hanno visto la partecipazione di numerose persone: una tavola rotonda, a cui oltre ai sindaci di l’Aquila e Fossa hanno preso parte il Ministro Provinciale, fr. Massimo Fusarelli e l’autore della nuova tela, Gigino Falconi, dedicata al santo e la celebrazione eucaristica presieduta da Sua Eminenza il Cardinale, Giuseppe Petrocchi, arcivescovo metropolita de L’Aquila.

Fr. Massimo ha presentato il profilo biografico di San Cesidio sottolineandone la spiritualità e il messaggio attuale per tutti noi. Citando una testimonianza dei confratelli di San Cesidio, il ministro provinciale lo ha definito: un uomo amabile e rigoroso. Due doni, dice fr. Massimo, difficili da vedere insieme eppure segno di una maturità, di una umanità e di una posatezza non comuni ad un uomo di 27 anni, quale il santo di Fossa, ma proprie di una persona di età maggiore. Al termine dell’intervento di fr. Massimo il pittore Gigino Falconi ha descritto la realizzazione dell'opera.

La celebrazione eucaristica, presieduta dal Cardinale ha visto la partecipazione di numerosi fedeli, di varie confraternite e delle autorità civili e militari. Sua Eminenza nell’omelia ci ricordava come San Cesidio e Santa Teresa di Gesù Bambino di cui ricorre la memoria proprio il 1 ottobre, siano modello per noi di un amore enorme per il Signore, e della bellezza della vita spesa fino alla fine per il Vangelo. Al termine della celebrazione il reliquiario è stato posto nella nuova teca, incensata e benedetta da Sua Eminenza, luogo dove resterà custodito ed esposto alla venerazione dei fedeli.

La Basilica di San Bernardino custodisce da oggi un altro santo, testimonianza della fecondità del carisma serafico, dell'importanza e della concretezza della vita spesa per il Vangelo.

Notizie recenti
Archivio
Tags
In Evidenza

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Sostieni le nostre opere

per un mondo più fraterno

© 2019 PROVINCIA SAN BONAVENTURA DEI FRATI MINORI

CF 80183210584

Scala dell'Arce Capitolina, 12 00186 ROMA

Tel. 06 69763811 Fax 06 69763816